Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | chiudi

Autotrasporto: le importanti novità e sanzioni introdotte dal D.L. 50/2017

sabato, 17 giugno 2017
Il Governo ha reso effettive con il D.L. 50/2017 alcune norme che regolano l'attività di autotrasporto, accogliendo le richieste più volte espresse dalla Assotir in merito al trasporto merci, agli autisti stranieri ed al ruolo dei container.

Le misure previste dal Decreto Legge

I provvedimenti presi dal Governo con il D.L. in oggetto hanno fatto seguito alle numerose richieste dei lavoratori del settore trasporto merci e delle associazioni di categoria; in sintesi i principali punti della riforma sono i seguenti:

- Norme in materia di cabotaggio stradale e distacco di autisti stranieri;
- Decontribuzione per gli autisti in servizio internazionale;
- Sanzioni più aspre per chi occupa le piazzole di scarico merci;
- Meno vincoli nei trasporti intermodali;
- Fondi aggiuntivi per la riduzione del costo dei pedaggi autostradali.

Analizziamoli punto per punto seguendo le indicazioni e i commenti forniti dalla Assotir.

Cabotaggio stradale e comunicazioni preventive

Con il termine cabotaggio stradale si intende l'autorizzazione al trasporto merci o persone all'interno del territorio nazionale, concessa agli autisti non residenti in Italia; l'esecuzione dell'attività di trasporto da parte di un vettore straniero all'interno del nostro paese richiede dunque una specifica autorizzazione, chiamata anche distacco di autista estero.
Con le nuove norme si modifica la previgente Legge 136 del 2016, che imponeva una semplice comunicazione preventiva dell'attività di cabotaggio, prevedendo ulteriori informazioni obbligatorie quali la paga oraria dell'autista nonché i rimborsi spese, vitto e alloggio riconosciuti.
L'intento è ovviamente quello di contrastare concorrenza sleale e mancato rispetto dei diritti dei lavoratori, sia in termini di paga base che di condizioni generali di lavoro.
La comunicazione, una volta effettuata, ha validità 3 mesi e ne deve essere sempre presente sul veicolo una copia, accompagnata dal contratto lavorativo e dalla busta paga del trasportatore. 
Comunicazione preventiva e ulteriore documentazione devono essere tradotte in italiano, con una sanzione tra € 1.000 ed € 10.000 prevista in caso di violazione delle norme.

Decontribuzione previdenziale

E' prevista la de-contribuzione previdenziale nel 2016 per chi svolge l'attività di autotrasporto internazionale, sempre nei limiti dei contributi de minimis; per le norme applicative specifiche si devono attendere tuttavia le circolari attuative dell'INPS.

Risorse per sconti e riduzione pedaggi

La nuova normativa prevede nuove risorse (55 milioni l'anno) da destinare all'autotrasporto, finalizzate in particolare alla riduzione dei pedaggi autostradali.
Si aggiungono inoltre € 10.000.000 per il biennio 2017-2018 destinati alle deduzioni forfettarie per le imprese di piccole dimensioni, per le quali tuttavia si deve aspettare la circolare applicativa dell'Agenzia delle Entrate.
Nuove risorse pari ad € 35 e 20 milioni anche per le iniziative marebonus e ferrobonus, in attesa di partenza nel prossimo biennio.

Trasporti intermodali

La nuova legge consente un'altezza fino a 4,3 metri anche per il trasporto di container e contenitori mobili, estendendola inoltre al traino di rimorchi o semirimorchi impiegati nelle attività di trasporto intermodale.
L'obiettivo governativo è naturalmente quello di rendere più agile e privo di limiti burocratici il settore dell'autotrasporto, unitamente agli incentivi all'uso combinato con le ferrovie e il trasporto marittimo.

Sanzioni per piazzole scarico merci

Nuove norme inaspriscono le sanzioni per chi occupa le piazzole di scarico e carico merci, come ampiamente richiesto da Assotir per contrastare le soste abusive.
Ogni comune dovrà poi regolare in dettaglio orari e spazi riservati ai veicoli destinati al trasporto merci, escludendo quelli ad uso privato.

L'ultimo aspetto interessato dal Decreto Legge riguarda gli auto-rimorchi con massa superiore a 3,5 tonnellate: sarà possibile viaggiare solamente con la fotocopia della carta di circolazione a bordo, favorendo in tal modo i trasporti intermodali dove è più facile smarrire la copia originale dei veicoli rimorchiati.


Fonti:

http://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Distacco-Ue-al-via-la-nuova-procedura-per-la-comunicazione-di-distacco-dei-lavoratori-in-Italia.aspx 
Aggiungi al tuo calendario   2017-06-17 2017-06-17 38 Autotrasporto: le importanti novità e sanzioni introdotte dal D.L. 50/2017 Il Governo ha reso effettive con il D.L. 50/2017 alcune norme che regolano l'attività di autotrasporto, accogliendo le richieste più volte espresse dalla Assotir in merito al trasporto merci, agli autisti stranieri ed al ruolo dei container.Le misure previste dal Decreto LeggeI provvedimenti presi dal Governo con il D.L. in oggetto hanno fatto seguito alle numerose richieste dei lavoratori del settore trasporto merci e delle associazioni di categoria; in sintesi i principali punti della riforma sono i seguenti:- Norme in materia di cabotaggio stradale e distacco di autisti stranieri;- Decontribuzione per gli autisti in servizio internazionale;- Sanzioni più aspre per chi occupa le piazzole di scarico merci;- Meno vincoli nei trasporti intermodali;- Fondi aggiuntivi per la riduzione del costo dei pedaggi autostradali.Analizziamoli punto per punto seguendo le indicazioni e i commenti forniti dalla Assotir.Cabotaggio stradale e comunicazioni preventiveCon il termine cabotaggio stradale si intende l'autorizzazione al trasporto merci o persone all'interno del territorio nazionale, concessa agli autisti non residenti in Italia; l'esecuzione dell'attività di trasporto da parte di un vettore straniero all'interno del nostro paese richiede dunque una specifica autorizzazione, chiamata anche distacco di autista estero.Con le nuove norme si modifica la previgente Legge 136 del 2016, che imponeva una semplice comunicazione preventiva dell'attività di cabotaggio, prevedendo ulteriori informazioni obbligatorie quali la paga oraria dell'autista nonché i rimborsi spese, vitto e alloggio riconosciuti.L'intento è ovviamente quello di contrastare concorrenza sleale e mancato rispetto dei diritti dei lavoratori, sia in termini di paga base che di condizioni generali di lavoro.La comunicazione, una volta effettuata, ha validità 3 mesi e ne deve essere sempre presente sul veicolo una copia, accompagnata dal contratto lavorativo e dalla busta paga del trasportatore. Comunicazione preventiva e ulteriore documentazione devono essere tradotte in italiano, con una sanzione tra € 1.000 ed € 10.000 prevista in caso di violazione delle norme.Decontribuzione previdenzialeE' prevista la de-contribuzione previdenziale nel 2016 per chi svolge l'attività di autotrasporto internazionale, sempre nei limiti dei contributi de minimis; per le norme applicative specifiche si devono attendere tuttavia le circolari attuative dell'INPS.Risorse per sconti e riduzione pedaggiLa nuova normativa prevede nuove risorse (55 milioni l'anno) da destinare all'autotrasporto, finalizzate in particolare alla riduzione dei pedaggi autostradali.Si aggiungono inoltre € 10.000.000 per il biennio 2017-2018 destinati alle deduzioni forfettarie per le imprese di piccole dimensioni, per le quali tuttavia si deve aspettare la circolare applicativa dell'Agenzia delle Entrate.Nuove risorse pari ad € 35 e 20 milioni anche per le iniziative marebonus e ferrobonus, in attesa di partenza nel prossimo biennio.Trasporti intermodaliLa nuova legge consente un'altezza fino a 4,3 metri anche per il trasporto di container e contenitori mobili, estendendola inoltre al traino di rimorchi o semirimorchi impiegati nelle attività di trasporto intermodale.L'obiettivo governativo è naturalmente quello di rendere più agile e privo di limiti burocratici il settore dell'autotrasporto, unitamente agli incentivi all'uso combinato con le ferrovie e il trasporto marittimo.Sanzioni per piazzole scarico merciNuove norme inaspriscono le sanzioni per chi occupa le piazzole di scarico e carico merci, come ampiamente richiesto da Assotir per contrastare le soste abusive.Ogni comune dovrà poi regolare in dettaglio orari e spazi riservati ai veicoli destinati al trasporto merci, escludendo quelli ad uso privato.L'ultimo aspetto interessato dal Decreto Legge riguarda gli auto-rimorchi con massa superiore a 3,5 tonnellate: sarà possibile viaggiare solamente con la fotocopia della carta di circolazione a bordo, favorendo in tal modo i trasporti intermodali dove è più facile smarrire la copia originale dei veicoli rimorchiati.Fonti:http://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Distacco-Ue-al-via-la-nuova-procedura-per-la-comunicazione-di-distacco-dei-lavoratori-in-Italia.aspx  Location of the event Esedra Broker info@vipsrl.com false DD/MM/YYYY

Condividi questa pagina